Il rinascimento della ristorazione in Calabria

Calabria c’è un vento nuovo per merito di un gruppo di otto giovani che rappresentano la nuova frontiera della cucina calabrese, quella che sa coniugare il territorio ricco di prodotti straordinari con il resto del mondo. Il folclore è bandito, il piccante è declinato in modo diverso.  Caterina Ceraudo, cresciuta nel ristorante di famiglia a strongoli (KR) per assaggiare la Triglia, pane e arance o il Ceviche di dentice, bergamotto, lime e cipolla, Nino Rossi al Qafiz di Santa Cristina di Aspromonte (RC) utilizza il dashi giapponese per fare il risotto ma al tempo stesso ha rivalutato la stroncatura  ossia i residui della macinazione del grano – trasformandola in una maionese, dopo averla saltata in padella con olio, aglio e alici,  Emanuele Lecce fa una cucina basata ampiamente sul foraging in Sila, modello Redzepi, Luca (Abbruzzino) ma altri posti come il Biafora Resort di San Giovanni in Fiore (CS) che fa anche pesce d’acqua dolce, il Palazzo Foti a Crotone;  il San Domenico di Pizzo Calabro (VV); l’Osteria Porta del Vaglio a Saracena (CS), L’Approdo a Vibo Valentia, il Gambero Rosso a Marina di Gioiosa Ionica (RC) dove si gustano pesci e crostacei al top, e l’originale Pietramare Natural Food a Isola di Capo Rizzuto (KR) che in un resort molto raffinato, propone rivisitazioni leggere e precise dei piatti calabresi. In un tour goloso per la regione non si può prescindere da due tappe storiche: la Locanda di Alia a Castrovillari (CS) dove dal maialino nero ai dolci c’è il richiamo al territorio e Taverna Kerkira a Bagnara Calabra (RC) con la sua cucina guarda al Mediterraneo e soprattutto alla Grecia. Chi difende la tradizione ci sono le osterie, più semplici e dirette rispetto a quelle di altre regioni. Orgogliose di portare avanti la tipicità, Pecora Nera ad Albi (CZ) che mette in tavola il meglio della Sila, L’Aquila d’Oro a Cirò (KR) famosa per i primi piatti come la pasta chijna (al forno, con un ripieno clamoroso), la Taverna dei Briganti a Cotronei (KR) all’interno di un bellissimo agriturismo e il Vecchio Castagno a Serrastretta (CZ) dove il menu è totalmente all’insegna della stagionalità, Max a Cirò Marina (KR) che punta sul pesce fresco ma anche sulle verdure del suo orto e Calabrialcubo a Nocera Terinese (CZ) che è un validissimo modello di tradizione e innovazione rurale un viaggio di gusto creativo partendo dai prodotti dell’agriturismo con tocchi che sembrano esotici ma in realtà nascono qui Il dolce di ricotta e pera con foglie di lime, origano fresco, timo, limone e biscotto salato spiega più di tante parole: questa è la Nuova (vecchia). La nuova frontiera della cucina calabrese, ricca di prodotti straordinari. Caterina Ceraudo, cresciuta nel ristorante di famiglia a strongoli per assaggiare la Triglia, pane e arance, Nino Rossi al Quafiz di santacristinadaspromonte utilizza il dashi giapponese per fare il risotto ma al tempo stesso ha rivalutato la stroncatura trasformandola in una maionese, dopo averla saltata in padella con olio, aglio e alici, Emanuele Lecce fa una cucina basata ampiamente sul foraging in Sila, camigliatellosilano modello Redzepi, Luca (Abbruzzino) a catanzaro esprime la sua alta professionalità con la cucina gourmet, altri posti come il Biafora Resort di sangiovanniinfiore che fa’ anche pesce d’acqua dolce, il Palazzo Foti a crotone;  il San Domenico di pizzocalabro , l’Osteria Porta del Vaglio a saracena , L’Approdo a vibovalentia , il Gambero Rosso a Marina di gioiosaionica dove si gustano pesci e crostacei al top, e l’originale Pietramare Natural Food a isoladicaporizzuto che in un resort molto raffinato, propone rivisitazioni dei piatti calabresi. In un tour goloso per la regione non si può prescindere da due tappe storiche: la Locanda di Alia a castrovillari dove dal maialino nero ai dolci c’è il richiamo al territorio e Taverna Kerkira a bagnaracalabra con la sua cucina guarda al Mediterraneo e soprattutto alla Grecia. Chi difende la tradizione ci sono le osterie, più semplici e dirette rispetto a quelle di altre regioni. Orgogliose di portare avanti la tipicità, Pecora Nera ad #albi che mette in tavola il meglio della Sila, L’Aquila d’Oro a ciro famosa per i primi piatti come la pasta chijna (al forno, con un ripieno clamoroso), la Taverna dei Briganti a cotronei all’interno di un bellissimo agriturismo e il Vecchio Castagno a serrastretta dove il menu è totalmente all’insegna della stagionalità, Max a ciromarina che punta sul pesce fresco ma anche sulle verdure del suo orto e Calabrialcubo a noceraterinese validissimo modello tradizione e innovazione rurale.

vedi anche

Cucina arbëreshe: 500 anni in Calabria

Gli arbëreshë sono da cinque secoli in Calabria, stabilire un confine tra che cosa è cucina calabrese è praticamente cosa ...
Leggi Tutto

L’Affruntata o Confrunta

Si tratta di un rito che per definizione si ripete nel tempo, nello stesso modo e nello stesso luogo. Credente ...
Leggi Tutto

I Vattienti

L’origine del rito, come detto, si perde nella notte dei tempi, ma ancora oggi viene vissuto dalla popolazione locale con ...
Leggi Tutto

Stagionalità frutta e verdura

Stagionalità frutta e verdura Uno degli aspetti fondamentali di Foodmission è la promozione della stagionalità dei prodotti. Molti sono i ...
Leggi Tutto

I tagli del suino nero di Calabria

I tagli di suino Nero Calabrese Il Suino Nero è una razza allevata allo stato brado e che si contraddistingue ...
Leggi Tutto

I tagli del bovino Podolico

I tagli del bovino Podolico La categoria dei vari tagli di carne ne influenza il costo ma non le qualità ...
Leggi Tutto

La vendemmia in Calabria 2019

La vendemmia in Calabria 2019 In Calabria, più che a spiaggia ed ombrellone, si pensa alla vigna, con i primi ...
Leggi Tutto

Nell’antico Borgo di Cirò (Incontri Divini 2019)

Nell’Antico Borgo di Cirò (Incontri Divini 2019) Incontri divini ormai non è più un’idea, ma una esperienza, un percorso obbligatorio ...
Leggi Tutto

Pesce di stagione in Calabria

Pesce di stagione in Calabria: ecco la lista per mese La Calabria è una regione ricca di ottime qualità di ...
Leggi Tutto

La Sesta Sagra del Pesce Spada

Siamo giunti alla sesta edizione della Sagra del Pesce Spada che si tiene, come ogni anno alla Tonnara di Palmi, con inizio alle ...
Leggi Tutto
0 replies on “Il rinascimento della ristorazione in Calabria”