Misi Misi o amareddi affucati

Misi Misi o Amareddi affucati

Nella piana di Gioia Tauro è molto frequente il ravizzone, chiamato anche misi misi o broccoletti selvatici .

Il ravizzone è stato sostegno per le popolazioni Calabresi durante i periodi del dopoguerra, cresce spontaneamente sotto gli alberi di aranci e mandarini .
È una pianta della Famiglia delle Cruciferae Brassicaceae, pianta simile al broccolo, si riconosce dal gambo di colore violaceo dalle foglie e cime molto piccole, quest’ultime commestibili.
Il nome dialettale Misi Misi deriva dal fatto che ricrescono ogni mese, perciò “mese per mese” si possono raccogliere e consumare.
Sono piante che nascono sotto gli agrumeti calabresi, per cui possono trovare terreno ideale in un piccolo orto, sotto uno o più agrumi, piantati in piccoli lotti quadrati, da raccogliere in rotazione in modo da averne almeno una produzione settimanale.
Non richiedono irrigazioni frequenti solo la pulizia dalle infestanti e leggere concimazioni a base di fosforo e potassio.
Alcuni insetti possono aggredire la pianta, per cui è necessario toglierli manualmente o con un getto d’acqua.
In genere i misi misi si cucinano in padella con aglio,  pomodoro 
e abbondante peperoncino (affucati) , accompagnati da fagioli.

ALTRE INFO:
Dal ravizzone viene estratto un olio simile a quello di colza ma più pregiato  e dai  semi più piccoli di questa pianta  vengono dati  nel mangime ai canarini da canto.

Opera Terra La Tradizione Beverage