Susumelle Calabresi

Susumelle Calabresi

Le susumelle è un dolce tipico natalizio Calabrese.  Hanno una forma ovoidale o a rombo dal sapore intenso , dato dalla cannella e dal cacao, e dalla frutta candita presente nel suo impasto.

Le  susumelle calabresi sono ricoperte come da tradizione, da glassa di zucchero, oppure da cioccolato fondente o bianco.

La storia delle susumelle calabresi

La storia sulle susumelle è antica ed incerta,  alcuni pensano che la parola susumelle

  • significhi “carezza”, volendo mettere così in evidenza la golosità del dolce,
  • altri, “Sesamun” e “Mel”, cioè sesamo e miele, e quindi, stando a tale ipotesi, le susumelle calabresi contemplerebbero l’utilizzo del sesamo e del miele, appunto, proprio come nei dolci che come un tempo si preparavano nell’Antica Grecia.
  • ultima teoria vede la parola “susumella” discendere dalla parola greca “susumeda”, ossia “cibo andato a male”.

Nel Regno di Napoli, i ricchi  nelle festività  usavano regalare questi dolci ai poveri, donandogli solo quelli preparati con ingredienti di bassa qualità o non buoni.
Questa teoria è confermata dal fatto che un gran numero di documenti attesterebbero che nel Regno di Napoli, già nel 600, fu impedito alle suore dei conventi del tempo tramite l’emanazione di un’apposita legge di realizzare le susumelle con farina bianca, che all’epoca era poi quella più pregiata, per scongiurare sprechi, nel caso malauguratamente tali dolci fossero finiti sulle tavole dei poveri…
A tal ragione, vi erano tre tipi diversi di susumelle: quelli più pregiati preparati con farina bianca e destinati ai ricchi, quelli fatti con ingredienti di recupero e farina miste detti “dello zampognaro” e quelle del “buon cammino”, buone in tutto e per tutto ma ad unica fruizione di frati e preti.

 

Opera Terra La Tradizione Beverage
0 replies on “Susumelle Calabresi”