Pitta ‘mpigliata

Pitta ‘mpigliata

La pitta ‘mpigliata è un dolce tipico calabrese, originario di San Giovanni in Fiore ma molto diffuso in tutta la provincia di Cosenza. È un dolce preparato sia nel periodo pasquale, sia in occasione del Natale; è ormai consumato in gran parte della Calabria. A Catanzaro il dolce è preparato per il Natale e identificato con il nome di pitta ‘nchiusa. Il nome deriva dall’ebraico e dall’arabo pita, che significa schiacciata.

STORIA

Il periodo al quale si fa riferimento della nascita della pitta ‘mpigliata è il 1700. Il dolce veniva preparato soprattutto per le cerimonie nuziali, come riferisce un documento notarile di San Giovanni in Fiore, risalente al 1728.

Esistono alcune varianti della pitta ‘mpigliata nelle quali ci sono delle variazioni sulla frutta secca, sul tipo di miele usato, e alcuni eseguono l’impasto con il cognac invece di utilizzare il vermouth, in ogni caso il dolce mantiene sempre la sua forma tipica e viene servito con la classica forma a pitta (ossia a pizza, forma piatta e rotonda).

Vi sono comunque oltre alla forma a pitta, quella a rosellina (o rosetta), la forma allungata tipo torrone e la forma a “cullura” (ciambella).

A San Giovanni in Fiore, da alcuni anni si svolge una manifestazione promozionale, che ha lo scopo di elevare ad interesse nazionale, il dolce silano.

Attraverso la manifestazione si stabilisce ogni anno il record mondiale della pitta ‘mpigliata più lunga del mondo.

MARCHIO D.O.P.

Nel 2006 è stato avviato il processo per l’ottenimento del marchio D.O.P. per la pitta ‘mpigliata, come riconoscimento per il dolce tipico sangiovannese. Questo per garantire la Denominazione di origine protetta del dolce, dopo che lo stesso negli ultimi decenni, si è molto diffuso in tutta la Regione. Il marchio D.O.P., sarebbe la garanzia del fatto che la pitta ‘mpigliata è il dolce tipico di San Giovanni in Fiore.

 

Opera Terra La Tradizione Beverage
0 replies on “Pitta ‘mpigliata”