Cipollata Calabrese (Cipuddata)

Cipollata Calabrese (Cipuddata)

Deriva dalla tradizione agro-pastorale della regione Calabria, alcune ricette sono  giunte fino a noi per merito dei quaderni della nonna o attraverso il racconto orale passato da madre in figlia.
La Cipuddata era considerato un piatto povero e veniva spesso consumato dai pastori durante i lunghi soggiorni nelle zone di pascolo.

Gli ingredienti sono pochi ma il risultato è veramente eccezionale, ovviamente è indispensabile che sia di gradimento il gusto della cipolla, che è l’ingrediente principale, e per cui andrà usata in abbondanza.
Un risultato veramente superbo si ottiene usando la cipolla rossa di Tropea

proprio per merito della sua dolcezza, ma anche impiegando nel piatto altri tipi di cipolle, il gusto sarà soddisfacente.

Ogni casa ha le sue varianti, ma la base resta la stessa, le cipolle, da poco raccolte, che cotte per lungo tempo in un tegame di coccio, diventano morbide e dolci.

C’è chi unisce il peperone, chi invece aggiunge qualche filetto di pomodoro fresco. Alcune versioni prevedono anche l’aggiunta di filetti di acciughe dissalate e diliscate.

Solo qualche filetto di pomodoro fresco aggiunto a fine cottura, per spezzare il gusto dolce.

 

Opera Terra La Tradizione Beverage
0 replies on “Cipollata Calabrese (Cipuddata)”